ASSA ABLOY, la sicurezza spinge i ricavi

/global/scaled/1280x559x0x0x1000x435/AAES-PRODUCTS_3.1-PRODUCT-IMAGES-IT-Nico.jpg

Il Corriere della Sera consiglia i dieci titoli sui quali investire in Borsa da qui al 2030. C'è anche il Gruppo ASSA ABLOY.

Il Corriere della Sera, nel suo inserto L’Economia del 24 agosto 2020, ha messo alla prova un pool di gestori e analisti, tra grandi società di asset management internazionali e banche d’affari. Quali saranno i titoli 10 titoli vincenti dei prossimi 10 anni? Tra le aziende menzionate come potenziali campioni di Borsa ci sono alcuni giganti della tecnologia ma anche società più piccole, leader nel proprio mercato. Le aziende in questa speciale lista sembrano attrezzate per cavalcare alcuni dei megatrend del futuro.  Ci sono anche alcuni titoli italiani, come DataLogic ed EssilorLuxottica ma soprattutto c’è anche ASSA ABLOY

La ricerca di una maggiore sicurezza in ogni ambito — non solo quello informatico — è uno dei mega trend su cui si focalizzano gli investitori nel lungo periodo, ben oltre la pandemia. Non dovrebbe stupire perciò la presenza nella top 10 dei titoli più attraenti per il prossimo decennio la nostra società ASSA ABLOY guidata dal ceo Nico Delvaux (in foto), riconosciuta tra i leader mondiali nei sistemi di serratura, di controllo e automazione degli ingressi. Le sue tecnologie proteggono, tra gli altri, grandi istituzioni come il Parlamento europeo, a Bruxelles, e equipaggiano i magazzini del colosso dell’e-commerce Amazon. Il 70% delle vendite riguarda la riconversione e l’aggiornamento dei sistemi esistenti e questo garantisce un flusso di ricavi stabile, capace di generare nel tempo una solida crescita organica.

Leggi l'articolo completo su L'Economia de Il Corriere della Sera